L'ictus

L'Ictus è una malattia che colpisce le arterie che vanno al cervello o sono collocate al suo interno. E’ la terza causa di morte ma la principale causa di disabilità in Italia. Si verifica quando un’arteria che porta ossigeno e sostanze nutritive al cervello viene occlusa da un coagulo di sangue, ictus ischemico, oppure si rompe, ictus emorragico.
La parte di cervello irrorata da quell’arteria non riceve più il sangue e quindi l’ossigeno necessari e le cellule cerebrali muoiono. La caratteristica principale di un ictus è quella di insorgere IMPROVVISAMENTE, il soggetto un minuto prima sta bene, un minuto dopo accusa i sintomi tipici dell’ictus, che possono essere transitori, restare costanti o anche peggiorare nelle ore successive. Quando compaiono i sintomi vuol dire che il flusso di sangue in quell’area del cervello è interrotto e questo causa la morte delle cellule cerebrali e di conseguenza la completa perdita della funzione di quell’area cerebrale. Per esempio se l’ictus danneggia quella parte del cervello che controlla il movimento di un braccio e/o di una gamba la persona non è più in grado di muovere o muove con difficoltà quella parte del corpo.

 

L'ictus cerebrale è considerato un'EMERGENZA MEDICA alla stregua dell'infarto del miocardio

Le dimensioni del probelma
Circa 200.000 italiani vengono colpiti ogni anno da un ictus, 160.000 per la prima volta: ogni 2 minuti e mezzo un cittadino viene colpito da un ictus.


Delle oltre 200.000 persone colpite da ictus in Italia ogni anno, circa 40.000 (20%) moriranno entro i primi 3 mesi e circa 53.000 (un terzo dei sopravvissuti) riporterà un’invalidità tale da restare non autosufficiente per il resto della vita.

La mortalità per ictus in Italia è superiore a quella registrata per l’infarto cardiaco.

Se agisci PRESTO salvi una vita!

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Non utilizza cookie di profilazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione "Cookie Policy" Cookie Policy